procida | case vacanza | residences | Università L'Orientale |
procida home procida sitemap procida italiano procida english procida deutsch procida francais
 
 

L'isola e la sua storia

I primi insediamenti di Procida risalgono all' epoca micenea (XVII- XV secolo a.C.); quindi greca (VIII-VII a.C.) e romana (IV-III a.C.).
Poi, come destino di quasi tutte le isole e località costiere, diventa preda di incursioni barbariche: i goti e vandali, quindi - nel medioevo – i saraceni. E per la popolazione non c' era riparo più sicuro del borgo protetto di Terra Murata, che ancora domina l'isola.

Il destino di Procida, comunque, resta legato a quello di Napoli, e così i signori dell'isola cambiano quando cambiano le dinastie al potere nella capitale: normanni (con cui, alla fine del XII secolo, l'isola diventa feudo, e lo resterà fino al 1744), svevi, aragonesi, la corona spagnola, gli Habsburger austriaci, i Borbone. Nel XIX secolo, dopo l'unità d'Italia, inizia il periodo di splendore di Procida, che diviene una vera e propria capitale nei traffici marittimi.

Nel 1868 viene inaugurato il nuovo porto, nel 1875 il cantiere navale. Nasce l'Istituto Nautico, che acquisisce fama nazionale e da allora forma
– e continua a farlo – costruttori e comandanti di navi. Nel 1885 la Marina della piccola isola di Procida è la quarta del paese per numero di navi. Ed ancora oggi Procida ben più delle altre due isole del golfo, è fucina di marinai e pescatori.



 
traghettilines